Chi siamo

Il Centro di Riabilitazione “Comunità Educativa di Baida” eroga prestazioni riabilitative in convenzione con il S.S.N., ai sensi del combinato disposto dell’art. 26 della L. 23 Dicembre 1978 N. 833 ed ai sensi dell’art. 38 della L. 05/02/1992 n. 104, per le prestazioni sanitarie nei confronti dei soggetti di cui all’art. 3 della L. 104/92.

Nello specifico si tratta di “prestazioni sanitarie dirette al recupero funzionale e sociale dei soggetti affetti da minorazioni fisiche, psichiche e sensoriali, dipendenti da qualunque causa…”. Iscritta all’ Albo Regionale il 21.07.1995 con n. 16398 è in possesso di tutti i requisiti previsti ivi compresi gli standards di cui al D.A.R.S. N. 890 del 17.06.2002. Accreditata presso l’ASP di Palermo e in possesso del Certificato ISO 9001 – Sistemi di Gestione per la Qualità (Ente Certificatore RINA)

La nostra storia

La Comunità Educativa di Baida è un Centro di Riabilitazione per persone con disabilità dell’Arcidiocesi di Palermo fondato nel 1976 ed operativo dal 1978.
La Comunità Educativa è stata autorizzata fin dal Marzo 1978 ed è stata convenzionata senza soluzione di continuità dal Dicembre 1979 con il Servizio Sanitario Nazionale. Il Centro è stato istituito dal compianto Cardinale Salvatore Pappalardo nell’ambito di quella grande azione di risveglio ecclesiale e civile promossa a metà degli anni ’70 dallo stesso Arcivescovo e denominata “Missione Palermo”.
Una “Missione” di servizio alla persona a partire da quanti, più deboli, fragili e sofferenti, non trovavano risposta alcuna nelle pubbliche istituzioni.

Cardinale Salvatore Pappalardo ( 23/09/1918 – 10/12/ 2006

Il Centro chiamato “Comunità Educativa di Baida” ha da subito avuto affidata dal suo promotore e fondatore come ‘Mission’ specifica la promozione umana e cristiana della persona con disabilità. Ciò doveva avvenire in un rapporto di crescita, di ascolto, di comprensione e di accettazione.

Urge far maturare la nostra sensibilità come uomini e come cristiani, per comprendere quale sia il senso dell’accoglienza che dobbiamo dare agli handicappati e capire di quali valori essi siano portatori e quali benefici possano comunicare a noi che interveniamo nella loro vita. Occorre, quindi, una capacità di ascolto, di comprensione, di accettazione piena, non soltanto di tolleranza e di sopportazione

(Cardinale Salvatore Pappalardo, 1985).

È per questo motivo che la “Comunità Educativa di Baida” ha messo sempre in primo piano il primato della persona con disabilità, i suoi intangibili diritti alla salute, alla cura, all’assistenza, all’istruzione, al lavoro e alla partecipazione ed integrazione sociale. Seguendo questa linea direttrice la “Comunità Educativa di Baida” ha svolto, fin dalla sua nascita, nel rispetto della sua mission istituzionale, il ruolo di promozione del soggetto con disabilità in tutti i suoi aspetti personali, sociali e comunitari.

La Comunità Educativa nasce negli anni ’80 per volontà del Cardinale Pappalardo ed è affidata, fin dall’inizio, al Rev. Dott. Giovanni Scaletta, in qualità di Direttore Tecnico, Psicologo e Psicoterapeuta.
La sua devozione, la professionalità, le sue capacità empatiche e umanitarie, volte sempre alle esigenze dei più fragili, hanno fatto sì che la Comunità si evolvesse nel tempo, ampliandosi sia sul versante strutturale che organizzativo e professionale, divenendo ad oggi un importante polo di riferimento, in ambito riabilitativo per la città di Palermo e la provincia.

Di seguito alcune citazioni che rappresentano il filo conduttore del pensiero e dell’operato di Padre Scaletta:

Sac. Dott. Giovanni Scaletta

La relazione di aiuto prima che questione di tecniche o di modelli di intervento, di strategie e di progetti, è, a nostro parere, un incontro esistenziale, un incontro e un’esperienza vivente.

Far maturare la nostra sensibilità come uomini e come cristiani è, come la definisce il nostro Cardinale Pappalardo “un’urgenza che interroga e interpella, come compito mai concluso ma sempre in divenire, la nostra intelligenza, ma ancor di più, il nostro cuore per cogliere la persona con disabilità nella sua unicità ed irripetibilità, nelle sue sfumature, nella sua interiorità.

Dal punto di vista strettamente terapeutico-riabilitativo la Comunità Educativa ha implementato gradualmente tre forme di trattamento:

Riabilitazione in regime di seminternato

Degenza Diurna (Seminternato)

Ambulatoriale

Domiciliare

Caratteristica peculiare dell’essere e dell’agire della Comunità è la presa in carico globale della persona con disabilità “nel e col suo disagio” che coinvolge non soltanto la persona fragile ma la sua famiglia e i rapporti di questa con la comunità di appartenenza. Nel nostro approccio di tipo umanistico-globale l’intervento terapeutico trae origine da una visione che guarda all’umanità della persona, prima che al malato e al suo deficit. È un processo dinamico che ha come obiettivo quello di instaurare con la persona con disabilità una relazione ‘significativa’ nella quale si coniugano strettamente aspetti emotivi, simbolici, funzionali e sociali.

La Comunità Educativa di Baida è stato il primo Centro della Sicilia occidentale ad implementare il trattamento domiciliare a favore delle persone con disabilità. L’esigenza di promuovere questo tipo di intervento nacque dalla necessità di seguire sul territorio quei soggetti che a motivo dell’ingravescenza della loro patologia non potevano più accedere alle prestazioni ambulatoriali.


Organigramma

Commissario Arcivescovile  e Legale Rappresentante dell’Ente.
Sac. Dott. Francesco Galioto

Direttore Sanitario 
Dott.ssa Loredana Guarracino
(Neuropsichiatra Infantile)

freccia small

Gestione ‘Qualità’

  • Medici Specialisti
  • Psicologi
  • Assistenti Sociali
  • Ausiliari Socio-Sanitari
  • Terapisti della Riabilitazione
  • Infermieri
  • Addetto ai Servizi Generali

Amministrazione


Una foto di tutto lo staff della Comunità e degli ospiti del Convegno
Condividi

Condividi la pagina sui tuoi social network